E' possibile scattare una fotografia al volo, senza doversi preoccuparsi della messa a fuoco, né di quella manuale, né di quella automatica, talvolta lenta e imprecisa? E' possibile scattare e poi mettere a fuoco… quando ci pare? Di esperimenti in questo senso, negli anni, ne abbiamo visti tanti (Pelican, all'inizio di quest'anno, ha mostrato un progetto con 25 mini fotocamere incorporate in un cellulare).

Ora desta sensazione la notizia che Lytro, start-up della Silicon Valley creata da Ren Ng, già ricercatore alla Standard University, si dice pronta a commercializzare (entro il 2011) una fotocamera rivoluzionaria (la si può già prenotare sul sito di Lytro: www.lytro.com ) in grado, appunto, di scattare immagini con messa a fuoco selettiva impostabile dal fotografo nel punto che vuole.

 Il progetto è certamente serio, Ren Ng ci sta lavorando da 8 anni e ha ricevuto diversi finanziamenti da firme importanti per complessivi 50 milioni dollari,

Lytro ha messo sul suo sito una serie di scatti che mostrano quel che la macchina è in grado di fare. Di seguito un paio di esempi presi dal loro sito:
- un clic per variare la messa a fuoco
- doppio clic per lo zoom
- freccia verde in basso a destra per portare la foto a tutto schermo.



La tecnologia che sta dietro alla "light field photography" è legata al modo in cui il sensore 'registra' la luce che lo investe: il nuovo sensore, infatti, oltre al colore registra anche l'intensità e la direzione di ciascun raggio di luce (grazie a una serie di microlenti). Questo consegna al fotografo una serie di informazioni in più che possono, ad esempio, essere utilizzate per personalizzare, a foto già scattata, la messa a fuoco.



In pratica è come se la macchina (definita anche 'plenoptic camera') si concentrasse sulla registrazione dell'intera scena, invece di interpretare la scena attraverso i parametri di scatto impostati dal fotografo o dagli automatismi.

Rapidità di scatto
- Il primo vantaggio della "light field photography" è la rapidità di scatto: il tempo richiesto dal sistema autofocus è variabile, ma in condizioni difficili non è raro che l'autofocus stia lì a 'pensare' a lungo facendoci perdere l'attimo che conta.

Fotografie 'vive' - Il fotografo e il committente di un servizio possono giocare con la messa a fuoco. Ma può farlo anche il semplice osservatore quando le foto, ad esempio, sono pubblicate online.

Sensibilità con luce scarsa
- Lytro afferma che la tecnologia impiegata consente di fotografare senza problemi e senza luci ai concerti e persino al lume di candela.

Foto 3D - La Lytro può scattare foto 3D con un solo obiettivo.
Sarà possibile cambiare la prospettiva per spostarsi da una visione 2D a una 3D dell'immagine.

Una fotocamera rivoluzionaria la Lytro? Interessante certamente si, ma mancano ancora un sacco di informazioni importanti. Quanto costerà, quanto sarà grande e pesante (per la verità Lytro parla di macchina fotografica portatile), che peso avranno le immagini? Della macchina, finora, non è stato mostrato nulla, solo le foto che riesce a fare. Ma anche qui, l'osservatore può si intervenire, nei test online, per modificare il fuoco, ma non come gli pare, solo su alcuni piani.
E ancora, quanto grande sarà la perdita di risoluzione, prezzo da pagare per la messa a fuoco personalizzabile a posteriori?
 

MIGLIORI OFFERTE FOTOCAMERE