Canon 5D Mark III DxoMark

DxOMark, il sito di proprietà di DxO Labs (noto produttore francese di software professionali per l'imaging) che si occupa dell'analisi delle prestazioni RAW dei sensori, ha finalmente passato al setaccio una delle più recenti e più ambite reflex digitali, la Canon 5D Mark III. La macchina è uscita dal test con un punteggio complessivo pari a 81, il migliore, finora, ottenuto da una fotocamera Canon.
Ma questo era scontato (nuovo sensore, nuovo processore, l'esperienza accumulata in precedenza), ciò che appare sorprendente e per i canonisti più affezionati alla bandiera, deludente, è il distacco con un'altra reflex digitale recentissima, prodotta dalla concorrenza, la Nikon D800.
Bene, il distacco è netto, anzi nettissimo: 81 punti per la Canon contro i 95 punti della Nikon, che, occorre sottolinearlo, nella classifica assoluta di tutte le macchine fotografiche digitali testate finora da DxOMark è al primo posto, davanti, persino, ai dorsi digitali medio formato di Phase One.

Erede della 5D Mark II, portabandiera delle reflex capaci di girare video professionali (in ordine di tempo la seconda macchina con questa caratteristica), preceduta di pochissimo dalla Nikon D90), la EOS 5D Mark III è giunta sul mercato forte di molte promesse: sistema AF più rapido e preciso, prestazioni migliori in condizioni di luce scarsa, superiore velocità di scatto.
Il nuovo sensore (full frame, così come quello della "concorrente" Nikon D800) ha una risoluzione di 22 megapixel, contro i 21 megapixel della 5D Mark II, che nella classifica di DxOMark è subito dietro il nuovo modello, con un punteggio complessivo pari a 79. Un distacco minimo, soprattutto se si tiene conto del fatto che la 5D Mark III è arrivata sul mercato ben tre anni più tardi.

Se analizziamo più a fondo i dati pubblicati da DxOMark, possiamo notare che il vantaggio della Nikon D800 (che ha un sensore da 36 megapixel) è netto in tutte e tre le aree dell'analisi: profondità colore, gamma dinamica, prestazioni alle alte sensibilità ISO. In particolare, la D800 svetta, per gamma dinamica superiore (rappresentazione migliore delle alte luci e delle ombre decise).

Rispetto alla 5D Mark II il progresso evidente mostrato dalla 5D Mark III riguarda la gamma dinamica negli scatti in luce scarsa, con un guadagno di circa 1/2 stop.

Ma se osserviamo i risultati relativi alla gamma dinamica in condizioni di ripresa normali, 11.7 EV valgono per la 5D Mark III il quarantanovesimo posto in classifica (dietro la D800 e anche alla 5D Mark II).

Vale la pena di sottolineare ancora una volta che e prove condotte da DxOMark si limitano ad analizzare la risposta RAW del sensore. Non prendono perciò in esame tante altre caratteristiche fondamentali della macchina - JPEG, ergonomia, impermeabilizzazione, comandi, menù, risposta del sistema di messa a fuoco, sistema esposimetrico, mirino e via dicendo - ma, certo, offrono un punto di riferimento su una delle compenenti chiave della macchina in grado di orientare la scelta.

Bisogna anche tener conto del fatto che per molti la Canon 5D Mark III è soprattutto una reflex per i video e su questo fronte i progressi sono sostanziosi. Il guadagno, rispetto alla macchina precedente, è di un paio di stop, cosa questa che permette all'operatore di giostrare meglio profondità di campo, ISO e tempi.

La Canon EOS 5D Mark III (che deve affrontare un problema d'immagine relativo a infiltrazioni di luce dal display LCD superiore: leggi Canon 5D Mark III: Filtra Luce nel Corpo, Canon lo Ammette ) ha un sensore da 22.3 megapixel e un prezzo di listino di circa 500 euro  superiore rispetto a quello della Nikon D800.

Il link alla prova di DxO Mark - Canon 5D Mark III

http://www.dxomark.com/index.php/Publications/DxOMark-Reviews/Canon-5D-Mark-III-Review/Sensor-performance

 

COMPRALA AL MIGLIOR PREZZO