Le proteste della modella, infuriata, il can can mediatico, poi la grande attesa: ieri da da Christie's, a New York, è stata battuta per 91 mila dollari più le spese d’asta, una foto di Carla Bruni nuda. Ad aggiudicarsi la piccola stampa dell’immagine, scattata nel 1993 da Michel Comte, è stato un collezionista cinese.
La foto di Carla Bruni a seno scoperto è riapparsa ad arte proprio nel momento in cui la modella è al culmine della popolarità, questa volta non per i suoi meriti professionali o per il suo fascino etereo, ma per la storia d’amore, e il matrimonio con il presidente francese Sarkozy.

carla bruni

Il prezzo raggiunto dalla foto è, naturalmente, frutto del clamore alimentato dai media (la stima della csa d’aste, infatti, era inizialmente di 3-4 mila dollari), ma di là dall’oceano non è una rarità. Il mercato delle stampe fotografiche negli Stati Uniti è attivissimo e lucrativo.
Basti pensare che nell’asta di ieri, accanto alla foto della Bruni, sono state battute immagini che hanno raggiunto cifre più alte. Ad esempio una stampa che ritrae la "top" brasiliana Gisele Bundchen, battuta per 193mila dollari. Autore del raro nudo della modella, nel 1999, il geniale Irving Penn. Anche questa foto ha stracciato le stime, circa 40-50 mila dollari.

Del lotto messo all’asta dal collezionista tedesco Gert Elfering, complessivamente 149 immagini, facevano parte anche un’altra foto di Irving Penn – un nudo di schiena della modella Kate Moss, battuto a 97 mila dollari – e un ritratto di Naomi Campbell, aggiudicato per 25 mila dollari.
Brigitte Bardot, un raro ritratto di Avedon nel 1959, ha strappato 181 mila dollari.

MIGLIORI OFFERTE FOTOCAMERE