Indice articoli


fotocamere digitali

Quale macchina fotografica digitale comprare? Abbiamo scelto quelle che, a parer nostro, sono il migliore acquisto in base al rapporto qualità/prezzo.
Le macchine fotografiche digitali qui presentate sono raggruppate per tipologia: compatte economiche, compatte, compatte di qualità, compatte super zoom, bridge, compatte prive di specchio a ottiche intercambiabili, reflex digitali consumer, reflex semi-professionali, reflex professionali. All'interno di ciascuna tipologia c'è la nostra classifica, talvolta determinata da differenze marcate tra la prima e le altre, talvolta da piccole sfumature.
L'elenco delle macchine digitali migliori scelte dalla redazione è costantemente aggiornato. Buona lettura.

Piccola, leggera, facile da usare e pronta a seguirci ovunque: una fotocamera compatta la si sceglie principalmente per questo, quale seconda macchina fotografica, accanto a una più versatile reflex, oppure quale unica macchina se fotografare con lo smartphone non ci rende… felici.
Le macchine fotografiche compatte hanno perso negli ultimi anni terreno. Un po' per via della crisi, un po' perché le case costruttrici hanno rinnovato si, ma senza troppo strafare e, soprattutto, per via della concorrenza degli smartphone, ottimi per scattare foto per il Web, ricordi da condividere con gli amici.
Ma con una fotocamera compatta si può fare (potenzialmente) di più e di meglio. E poi sono tantissimi i modelli e le tipologie tra cui scegliere: fotocamere compatte economiche, avanzate, super zoom, 'bridge', senza e con il mirino incorporato.

Ma quali sono le migliori macchine fotografiche compatte? Ecco la nostra scelta.

Fujifilm X100s


Fujifilm X100S

Macchina fotografica non per tutti, ma fantastica per chi apprezza il genere. Era già ottima la versione precedente (Fujifilm X100), penalizzata però da una lentezza eccessiva (in parte risolta dal nuovo firmware).
La Fuji X100S è al contrario molto veloce in tutte le situazioni. La qualità delle foto? Davvero buona, grazie al particolare sensore da 16 megapixel e alla qualità dell'obiettivo.
Restano il look retrò, l'ottima scelta dei materiali e la costruzione accurata, il grande sensore APS-C, l'eccellente ottica fissa 35 mm equivalente f/2 (certo, è fissa, perciò c'è solo questa, non si può cambiare con qualcos'altro, anche se si possono utilizzare gli aggiuntivi grandangolare e tele per estenderne la versatilità).
La cosa che piace di più, comunque, è la gioia con la quale si utilizza la macchina. Da provare almeno una volta.

Difetti: nessuna concessione alle cose più moderne e gettonate, Wifi e GPS, ad esempio.



Sony RX100 II

Sony Cyber-shot RX100 II

A nostro avviso a mani basse la migliore macchina fotografica compatta tascabile (con un po' di sacrificio, anche nella tasca dei jeans). La Sony Cyber-shot RX100 II ha dalla sua il sensore 'back-illuminated' da 20.2 megapixel in formato da 1 pollice (più grande rispetto a quelli comunemente impiegati nelle fotocamere compatte, ma sufficientemente piccolo da non pregiudicare le dimensioni tascabili della macchina) che fornisce foto di ottima qualità anche per stampe in grande formato.
Non è certamente una fotocamera economica la RX100 II, ma la qualità è presente su tutti i fronti, dalla costruzione robusta allo zoom Carl Zeiss 28-100mm molto luminoso sul grandangolo, dal display LCD ben leggibile e orientabile in verticale, alla capacità di registrare video Full HD 1080p.
E poi, raffiche da 10 foto al secondo, formato RAW, e anche la slitta per un flash esterno, il microfono opzionale, oppure un mirino ottico o elettronico.

La Sony RX100 II ha il Wi-fi incorporate con NFC per la connessione facile a uno smartphone o a un tablet.

Difetti: prezzo non per tutti e uno spessore superiore rispetto ad altre compatte meno di qualità.



Sony RX10


Sony Cyber-shot RX10

Una vera bomba di macchina la Sony RX10. Il prezzo lo fa sospettare, ma qui tutto è stato studiato per offrire al fotografo la massima qualità. Scegliere una fotocamera compatta 'bridge', vuol dire portarsi a casa una macchina con il design e i comandi simili a quelli di una reflex e il mirino elettronico incorporato, ma con la comodità di un super zoom fisso (così non c'è il rischio di fare andare la po,vere sul sensore quando si cambiano gli obiettivi), con un range di focali molto più ricco rispetto a quello offerto dallo zoom standard venduto con la reflex.
Il corpo è roccioso e protetto da polvere e spruzzi. Lo zoom non è certamente da record in quanto a portata (equivale a un 24-200mm), ma innanzitutto ha un'apertura f/2,8 costante (luminoso sia sul grandangolo sia su tele), poi un'ottima qualità costruttiva e infine offre la possibilità di regolare l'apertura senza scatti per i video.
Il sensore della RX10 è in formato 1 pollice (come quello della compatta 'cattiva' RX100 II) e ha una risoluzione di 20 megapixel. Va benissimo anche per stampe in grande formato e per gli scatti con poca luce.
La macchina fotografica ha un display LCD orientabile, un mirino elettronico di tipo OLEd con risoluzione XGA, il Wi-Fi e la slitta per un flash più potente.
Specifiche ottime anche per i video: full HD 1080 60p/24p, con regolazione manuale dell'esposizione, zebra patterns e ingresso per il microfono esterno.

Difetti: se può essere considerato tale, il prezzo; per i safari lo zoom è forse troppo limitato.



Panasonic Lumix TZ40

E' un classico nel listino Panasonic ormai da diverse stagioni, una fotocamera compatta (tascabile) con una buona qualità complessiva e, soprattutto, un super zoom che la rende indicata, in particolare, nei lunghi viaggi per il mondo. La Panasonic Lumix TZ40 ha, infatti, uno zoom Leica DC 20x ottico che equivale a un 24 - 480 mm f/3,3-6,4. Insomma, un corredo intero di focali per immortalare di tutto ma in una macchina fotografica così piccola che si dimentica di averla appresso.
Panasonic ha ulteriormente migliorato l'efficacia dello stabilizzatore, in particolare con i video (Full HD 1080p), e ha aggiunto Wi-Fi/NFC incorporato per la condivisione rapida delle foto sui social network tramite smartphone.
Il display è del tipo touchscreen, è possibile scattare foto panoramiche a 360° e si può contare sul GPS con un enorme database di punti di interesse.

Difetti: l'adozione di un nuovo sensore da 18 megapixel (troppi su un sensore di queste dimensioni) potrebbe scontentare gli appassionati più smaliziati.



Canon Powershot S120

Canon PowerShot S120

E' una sorta di saponetta che scivola in tasca senza problemi la Canon PowerShot S120. La vera fotocamera tascabile. Non abbaglia, non ha super sensori e super zoom, ma un connubio di ingredienti che la rende una opzioni più interessanti per chi è in cerca di una macchina piccola piccola, capace di scattare ottime foto (con la sensibilità non su valori esagerati), con la disponibilità del formato RAW, di numerosi comandi manuali e del comodo display touchscreen, ora ad alta risoluzione.
Il sensore è da 12 megapixel. Altre compatte ne offrono di più, ma se quello che conta è la qualità delle foto la scelta di Canon, su questo formato di sensore, è quella più saggia.
Anche il range di focali dello zoom  24-120mm è sensato: foto di interni, panorami, ritratti, insomma, tutto ciò che serve realmente alla maggior parte dei fotografi dilettanti.
Ci sono il Wi-Fi, la funzione 'focus pecking', che facilita la messa a fuoco manuale e i modi HDR avanzati (foto con ampia gamma dinamica). I video? Full HD 1080p a 60p.
Canon ha lavorato a fondo sulla velocità della PowerShot S120, che ora ha un autofocus più pronto e scatta fino a 12 foto al secondo.

Difetti: peccato per la luminosità sul medio tele, f/5,7 (il grandangolo, invece, è molto luminoso, f/1,8), ma per avere dimensioni così ridotte e uno zoom sufficientemente versatile, è un compromesso da accettare.


Canon powershot A2500

Canon PowerShot A2500

Chi ha un budget davvero limitato ma non si accontenta delle foto fatte con lo smartphone e vuole una vera fotocamera, trova nel rapporto qualità/prezzo della Canon PowerShot A2500 un motivo più che valido per sceglierla.
Ci sono macchine fotografiche compatte che fanno di più e meglio, naturalmente, ma la buona costruzione, la qualità delle foto che sforna dal suo sensore da 16 megapixel, i video HD 720p e la facilità dei menù e dei comandi la consigliano a tutta la famiglia, principianti compresi. E non c'è dunque da meravigliarsi del successo commerciale della Canon PowerShot A2500.

Difetti: per le foto di interni o in generale con poca luce, meglio scegliere un altro modello, più costoso.

COMPRALA AL MIGLIOR PREZZO