sony RX10 III

Sony RX10 III, tele 600mm e funzioni speciali per i video

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

sony RX10 III

Una gamma di focali alquanto più estesa sul lato teleobiettivo per la Sony RX10 III (DSC-RX10M3) rispetto a quanto offerto dal modello che l’ha preceduta. Lo zoom 25x della nuova macchina, Carl Zeiss Vario-Sonnar T* , infatti, equivale a un 24-600mm f/2,4-4, contro il 24–200 mm della Sony Cyber-shot DSC-RX10 II. E’ uno zoom che punta sulla ’abbondanza’, ma anche sulla qualità per far piazza pulita della concorrenza. E’ luminoso sul grandangolo, f/2,4, ma anche sul lungo teleobiettivo 600mm. Lo schema ottico comprende otto lenti in vetro ED (due asferiche e una Super ED) che compensano le aberrazioni cromatiche spesso causate dai teleobiettivi. Il trattamento ZEISS T* riduce al minimo bagliori e riflessi. Il diaframma è a 9 lamelle e promette un bokeh (sfuocato) morbido.
Lo stabilizzatore ottico incorporato SteadyShot consente, a detta di Sony, un guadagno (tempi più lenti senza rischiare il mosso) fino a 4,5 stop.
Con questa macchina non è difficili immortalare soggetti in rapido movimento, (eventi sportivi, concerti, animali).
La minima distanza di messa a fuoco è di 72 cm al massimo dell’estensione dello zoom (pari a un fattore di ingrandimento di 0,49x), per immagini tele-macro dettagliate.

sony RX10 III zoom

La Sony RX10 III è una macchina fotografica solida, dalle dimensioni e dal peso importanti con design e posizionamento dei comandi mutuati dal modello precedente e piccole migliorie per quanto riguarda l’impugnatura, più adatta al nuovo super zoom, e i controlli per messa a fuoco, zoom e apertura, gestibili direttamente dal lato dell’obiettivo. Un pulsante sul barilotto permette di fissare la distanza di messa a fuoco con la semplice pressione del dito e può essere utilizzato anche quale pulsante personalizzato.

sony RX10 III display

La Sony Cyber-shot DSC-RX10 III misura 133 x 94 x 127 mm e pesa non poco, 1.051 grammi (inclusa la batteria). Bisogna però tener presente che attaccato al corpo c’è un intero corredo di ottiche. La macchina, inoltre, è protetta dall’umidità e dalla polvere e offre tutto ciò che occorre, incluso un mirino elettronico incorporato di qualità, XGA OLED EVF da 2,36 milioni di punti. Sul dorso c’è un display LCD orientabile da 3 pollici e 1,228 milioni di punti.
Il sensore è sempre il CMOS retroilluminato formato 1 pollice, da 20 megapixel, presente sul modello precedente (modello che resta comunque nel listino Sony), con chip di memoria DRAM. E’ abbinato al processore BIONZ X. Il range della sensibilità nativa è apri a ISO 100-12800 con espansione ISO 64-25600.
E’ disponibile lo scatto silenzioso grazie alla tendina elettronica da 1/32.000 di secondo.

Con la RX10 III è possibile scattare raffiche alla velocità di 14 foto al secondo (5 foto/secondo con autofocus). Sony indica un tempo di soli 0,09 secondi per la messa a fuoco automatica con la funzione Fast Intelligent AF.
Il chip di memoria DRAM sul retro del sensore permette la registrazione in super slow motion fino a 1000 fps.


Registrazione video in 4K

La fotocamera RX10 III registra video in qualità 4K a un elevato bit rate nel formato XAVC S, con di lettura completa dei pixel (senza ‘pixel binning’). All’atto pratico, significa che è in grado di raccogliere informazioni da un numero di pixel pari a circa 1,7 volte quello richiesto per i filmati in 4K, producendo un effetto di sovra campionamento che esalta i dettagli e riduce al minimo gli effetti moiré e a scalino (‘jaggies’). Il chip d’interfaccia LSI ad alta velocità assiste il processore d’immagine BIONZ X e contribuisce a ridurre notevolmente il fenomeno del rolling shutter, che spesso, nei filmati 4K, altera l’immagine dei soggetti in rapido movimento.
La Sony RX10 III supporta un’ampia gamma di funzioni speciali: Profili immagine, S-Gamut/S-Log2, Gamma Display Assist, Funzione Zebra avanzata, uscita HDMI “pulita”, TC/UB, Controllo registrazione, Dual REC e Marker.
Così come la RX10 II, anche la nuova compatta super zoom offre l’ingresso per un microfono esterno e il jack per le cuffie. Sono presenti anche un’uscita HDMI e una porta USB 2.0.

Wi-Fi e NFC incorporati permettono il controllo a distanza della macchina tramite smartphone e tablet così come la condivisione immediata delle immagini sui social network.
L’autonomia consente circa 420 scatti per ricarica, uno zic in più rispetto al modello precedente.
Per la fotocamera sarà disponibile la nuova custodia morbida LCJ-RXJ.

Il prezzo della Sony Cyber-shot DSC-RX10 III, in vendita a partire da Maggio 2006, è di 1600 Euro.

GUARDA LE OFFERTE MIGLIORI